Urban Style

Vogliamo essere un brand di abbigliamento streetwear metropolitano pensato per giovani dinamici, a cui vogliamo sempre garantire un prodotto unico, di ottima qualità a prezzi contenuti.
Ci piace definire il nostro abbigliamento come metropolitano, esotico, ecologico e accessibile.
Ognuno dei nostri capi è tendenzialmente diverso, utilizziamo cotoni biologici, certificati, oppure stoffe di recupero a cui ridiamo nuova vita riciclando creativamente abiti vintage.

Ho sempre pensato che l’arte, che sia su una tela, su un muro o in una t-shirt sia un grande strumento per migliorare la nostra vita, per crescere e migliorare come esseri umani, per allargare le nostre vedute. L’arte e’ un modo di guardare il mondo con meraviglia, cogliendo l’unicità di ciò che ci circonda.
Upupa&Colibri nasce per condividere e veicolare messaggi di libertà, sostenere pubblicamente i valori di diversità e rispetto per l’ambiente.
Vuole essere essere un’attitudine verso la realtà, un modo di guardare il mondo con meraviglia, cogliendo l’unicità di ciò che ci circonda.  Upupa&Colibri e’ rappresentazione di uno stile di pensiero, uno stile nel vestire e nel modo di essere.

Giacomo Giovannetti
Artist & Founder U&C

L’immaginario

Ogni persona ha diritto a scrivere e vivere il proprio immaginario, nessuno è realmente un’isola e siamo tutti il risultato di relazioni e interazioni.

L’immaginario firmato Upupa&Colibri è l’immaginario di un viaggiatore che dopo essersi perso tra foreste tropicali, deserti di sale e spiagge afroequatoriane decide di tornare a casa per generare un dialogo tra ciò che ha visto e il proprio mondo di origine.
Upupa & Colibrì è yoga e ragù. Santa Chiara e Ganesh. Una curandera messicana e un’anziana pensionata dell’Appennino che sa riconoscere le erbe medicinali nel suo orto.

Upupa & Colibrì è lo sguardo oltre i limiti e le facezie del quotidiano, è la provincia che vive come una metropoli, è la metropoli che nasconde spiragli di genuinità.
È la battaglia per una società multiculturale, anzi, interculturale, perché il bello della vita è scoprire in sé qualcosa che non si conosceva, specchiandosi nell’altrove.

Tessuti certificati ecosostenibili

Lo facciamo scegliendo consapevolmente cotoni 100% biologici (coltivato con metodi e prodotti che hanno un basso impatto sull’ambiente), utilizzando forniture certificate FairshareWRAP(worldwide responsible accredited production) e tinti secondo lo standard GOTS ( Global Organic Textile Standard). Tutti i vestiti sono realizzati con materiali e coloranti antiallergenici per rispettare sia l’ecosistema che la salute di chi le indossa.

Limited edition

Produciamo edizioni limitate, cercando sempre di migliorare la varietà e l’esclusività di ogni progetto, in modo da poter godere di pezzi unici e diversi.  Seguendo uno stile dove si fondono mondi diversi come quello dello skate, dei graffiti e simboli figli di una cultura da strada e altre sub-culture urbane come dell’hip hop, del rap, della trap, e del parkour. 

Abiti stilosi, confortevoli, unisex & oversize  per l’avventuriero urbano.

Le serigrafie realizzate a partire dagli artwork del pop-artist  G.Giovannetti vengono riprodotte per non più di cento multipli, garantendo ad ogni capo una tiratura simile a quella delle stampe d’arte.

Made in Italy

Le materie prime come cotoni e poliestere prodotte nel mondo eticamente, in rispetto dei diritti dell’ambiente e dei lavoratori vengono poi assemblate e confezionate in italia in conformità con tutti gli standard di produzione e con un visone del lavoro profondamente tradizionale fatta di specialisti e professionisti che ci aiutano a valutare per il meglio le scelte da fare in ogni processo di lavorazione.

Il nostro prodotto oltre ad essere testato e analizzato con cura, passa tra le mani dei grandi artigiani della nostra provincia, nostri fidati consulenti: specialisti che da decenni sanno cosa significa produrre qualità che dura con stile.

Qualità

Artigianale

Ogni prodotto viene confezionato con la stessa cura con la quale si prepara un quadro per una grande mostra. L’attenzione e l’amore per il nostro lavoro affondano le radici nella storia della sartoria marchigiana.

Scopri la collezione “Inserti sartoriali”

Radici

Lo sciamano, l’upupa e Lorenzo Jovanotti 

Nell’inverno del 2009 fa mi trovavo a pochi kilometri fuori da Cusco, sulle Ande del Perù, durante uno dei miei viaggi.
Quando incontrai la casa di uno sciamano che, tra piante, oggetti misteriosi e animali da cortile mi invitò a scambiare due chiacchiere: accettai senza compromessi.

Era un uomo dall’aspetto bonario, con uno sguardo penetrante, con delle mani più simili a quelle di un contadino che di un teologo, mi offrì una tisana e iniziammo a parlare.
Mi raccontò in maniera molto semplice quello che era per lui la magia dell’essere vivi e dell’energia che ogni essere umano tiene in sé e allo stesso tempo può trovare nella natura, nelle piante, negli animali, nei paesaggi, nel vento. 

Poi si offrì di leggermi il futuro.  Accettai ancora.

Con incredibile spontaneità mi disse che il futuro sarebbe stato generoso con me se solo fossi riuscito a mantenermi leggero.
Solo la gioia di un approccio generoso ed ottimista può trasformare gli aspetti negativi della quotidianità in opportunità di evoluzione.

Mi disse anche che le cose sarebbero andate bene se solo avessi continuato a dipingere con colori vivaci le cose che facevo, il mio mondo.
Mi diede una lista di colori da usare e mi parlò dell’animale guida:

Ognuno ha un animale guida, che non è solo una guida, ma anche uno specchio  della propria anima. Il tuo è il Colibrì

Tornato in Italia, mentre passeggiavo nel silenzio della campagna marchigiana, incontrai poggiata sopra un ramo, un’upupa.  Un uccello abbastanza raro da incontrare!

Questo volatile mi ricordava quei colibrì che avevo incontrato in Sud America, sembrava come se questo volatile fosse una sorta di cugino locale: quel colore, quella vistosità e allo stesso tempo quel carattere fragile e un po’ solitario e la tendenza a compiere lunghi viaggi per proteggersi dal freddo, li rendevano simili, pur vivendo l’uno nell’emisfero opposto dell’altro.

Il ricordo di quella profezia e di quello sciamano tornarono improvvisamente a galla e come in una uno strana traduzione, dove i simboli si trasformano in messaggio, e un pensiero risuonò in me:

Non importa dove deciderai di vivere, mantieniti migrante dentro, sorvola sui problemi che sempre ci stringono ricordandoci la gravità. Sii tu il colore che manca, mantieniti visionario ad ogni latitudine, guarda le cose con meraviglia, apprezza ciò che hai.

Tempo dopo, ero a Milano dove, dove esponevo delle mie opere ad una mostra.
Quasi per caso Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti grazie a Nick Cerioni e Leandro Emede scoprì le mie opere rimanendone affascinato e mi invitò a Cortona dove con la sua band preparava il suo tour “Ora”.
Passammo una giornata per me indimenticabile, parlando di Amazzonia, tattoo e musica rap, per commissionarmi poi, tre opere per un’edizione limitatissima di t-shirt che avrebbe usato per i suoi concerti.

Mi disse: «Le tue illustrazioni sono una figata, le voglio per delle tshirt!».

Fu cosi, che di ritorno a casa, decisi di dar vita a un marchio tutto mio.
Un brand di abbigliamento metropolitano artigianale, dove veicolare il mio immaginario creolo, la mia arte.
Un marchio che fosse garanzia di qualità, ricercatezza dei tessuti e contro la moda odierna dell’usa e getta.

Mancava un nome… ma è bastato poco, oramai era tutto chiaro:

Logo